Operatore socio-sanitario

 Descrizione

 Competenze specialistiche

 Requisiti

 Percorsi formativi

 Sbocchi occupazionali

 Riferimenti normativi

 Enti di riferimento

 Istat - Classificazione delle professioni


Descrizione

La figura dell'Operatore socio-sanitario (OSS), di recente istituzione, riunisce le competenze dell'Assistente domiciliari e dei servizi tutelari (ADEST) e dell'Operatore tecnico di assistenza (OTA).
Si tratta di un operatore che può svolgere la sua attività sia nel settore sociale sia in quello sanitario, in servizi di tipo socio-assistenziale e socio-sanitario, residenziali o semiresidenziali (residenze assistenziali, comunità alloggio, centri socio-terapeutici), in ambiente ospedaliero o a domicilio dell'utente.
L'operatore socio-sanitario svolge mansioni di assistenza diretta alla persona, aiuto domestico-alberghiero, interventi igienico-sanitari e di carattere sociale.
La realtà montana presenta condizioni ambientali che possono rendere necessarie attività più complesse, come la gestione dei servizi di telesoccorso o di assistenza domiciliare integrata (di base e infermieristica, fisioterapica, medica, geriatrica, ecc.).
In ambito montano, l'Operatore socio-sanitario è una figura polivalente, con buone doti relazionali, che, supplendo alle carenze dell'utente, mira a mantenerne o a recuperarne l'autonomia gestionale, intervenendo soprattutto in particolari aree del territorio (comuni di alta valle, borgate e frazioni) favorendo la permanenza dei residenti, migliorandone la qualità della vita.

Torna su


Competenze specialistiche

 conoscenze fondamentali della legislazione socio-sanitaria e della rete dei servizi presenti nel proprio contesto operativo
 competenze pratiche di carattere domestico e igienico-sanitarie nell'assistenza diretta alle persone
 capacità di lavorare e relazionarsi con gli altri operatori socio-sanitari
 capacità di corretta relazione con l'utente e la famiglia
 capacità di redigere piani di intervento per singoli utenti o per gruppi di utenti
 capacità di sostegno emotivo a situazioni di sofferenza
 ùcapacità di supplire a condizioni di emergenza e provvisorietà
 capacità di gestione di situazioni di conflitto
 conoscenza di base di cure specifiche per alcune situazioni di forte marginalità sociale e psicofisica

Torna su


Requisiti

Per ottenere il titolo di Operatore socio-sanitario è necessario seguire un corso specifico della durata di 1000 ore e ottenere l'attestato di qualifica.
Per accedere a tali corsi è sufficiente avere assolto all'obbligo scolastico e avere compiuto 17 anni di età alla data di iscrizione al corso. Sono stati attivati anche dei corsi, di durata inferiore, per adeguare le qualifiche preesistenti alla nuova figura professionale.
Mentre il corso integrale da 1000 ore è denominato Operatore socio-sanitario, gli altri corsi di seguito riportati sono quelli, di durata inferiore, necessari per adeguare le qualifiche preesistenti alla nuova figura professionale.

Torna su


Percorsi formativi


Formazione professionale

Societa' consortile F.P. Alba Barolo - Centro di Alba Alba
  Operatore socio-sanitario
Societa' consortile F.P. Alba Barolo - Centro di Alba Alba
  Elementi di collaborazione familiare
Aifop Suore Albertine di Lanzo Lanzo Torinese
  Operatore socio sanitario -MODULO FINALE
Ial Avigliana Avigliana
  Elementi di collaborazione familiare
Istituto Salotto e Fiorito - Rivoli Rivoli
  Elementi di collaborazione familiare
Istituto Salotto e Fiorito - C.S.F. Pianezza Pianezza
  Elementi di collaborazione familiare
Istituto Salotto e Fiorito - C.S.F. Alpignano Alpignano
  Elementi di collaborazione familiare
Ciofs Cumiana Cumiana
  Elementi di collaborazione familiare
Istituto Salotto e Fiorito - C.S.F. Pianezza Pianezza
  Operatore socio-sanitario
Istituto Salotto e Fiorito - Rivoli Rivoli
  Operatore socio-sanitario
Ial Avigliana Avigliana
  Operatore socio-sanitario
CSEA C.F.P. "Cuorgnè" Cuorgnè
  TECNICHE DI SOSTEGNO ALLA PERSONA
Ciofs Cumiana Cumiana
  TECNICHE DI SOSTEGNO ALLA PERSONA
Istituto Salotto e Fiorito - Rivoli Rivoli
  TECNICHE DI SOSTEGNO ALLA PERSONA
Istituto Salotto e Fiorito - C.S.F. Pianezza Pianezza
  TECNICHE DI SOSTEGNO ALLA PERSONA
Istituto Salotto e Fiorito - C.S.F. Alpignano Alpignano
  TECNICHE DI SOSTEGNO ALLA PERSONA
CNOS - CNOS Bra Bra
  Operatore socio-sanitario
Ial - Cuneo Cuneo
  Elementi di collaborazione familiare
ENAIP Cuneo - sede di Alba Alba
  Tecniche di sostegno alla persona
ENAIP Cuneo - sede di Alba Alba
  GESTIONE DEL PAZIENTE ALZHEIMER
Azienda Formazione Professionale A.F.P. Soc. Cons. Arl - Centro di Cuneo Cuneo
  Operatore socio-sanitario
Monviso Solidale Consorzio Fossano
  Operatore socio-sanitario
ENAIP Cuneo - sede di Alba Alba
  Elementi di collaborazione familiare
CSEA - C.F.P. Torino
  Elementi di collaborazione familiare

Torna su


Riferimenti normativi

 Deliberazione della Giunta Regionale del 22 aprile 2002, n. 26-5882
Approvazione dei moduli integrativi per il conseguimento della qualifica di operatore socio - sanitario per operatori in possesso di titoli e servizi pregressi.

 Deliberazione della Giunta Regionale del 25 marzo 2002, n. 46-5662
Recepimento dell'accordo sancito in conferenza Stato - Regioni in relazione al profilo dell'operatore socio - sanitario: approvazione delle linee di indirizzo per la formazione di base per il conseguimento della qualifica di operatore socio - sanitario.

Legge 8 gennaio 2002, n. 1
"Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 12 novembre 2001, n. 402, recante disposizioni urgenti in materia di personale sanitario"

Legge 8 novembre 2000, n. 328
"Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali"

Legge Regionale 13 aprile 1995 n. 62
"Norme per l'esercizio delle funzioni socio-assistenziali" (testo coordinato)

Torna su


Sbocchi occupazionali

Le interviste condotte nell'ambito della ricerca sul territorio hanno evidenziato come il settore socio-assistenziale sia tra quelli percepiti a maggiore possibilità di impiego.
L'invecchiamento della popolazione, accompagnato da fenomeni di marginalizzazione sociale, fa prevedere una effettiva richiesta di figure specializzate nell'ambito dell'assistenza socio-sanitaria.
Considerando inoltre che la disoccupazione ha una forte caratterizzazione di genere, si sottolinea come queste professioni possano favorire l'inserimento o il reinserimento femminile nel mondo del lavoro.
L'Operatore socio-sanitario può essere dipendente di ASL o di enti locali, oppure socio di cooperativa o collaboratore indipendente di cooperative o associazioni che prestano servizi di assistenza socio-sanitaria.



Enti di riferimento

Regione Piemonte, Direzione Regionale 30 Politiche Sociali, Corso Stati uniti 1, Torino, tel. 011/4321542, fax 011/4322300

Associazione Nazionale Operatori Socio Sanitari Assistenziali, Casella postale 76, 26015 - Soresina (CR) tel. 338/7216128 - 333/4430287 - 347/6968396
e-mail: info@asnoss.it



Istat - Classificazione delle professioni

5.5.3.5 Addetti all'assistenza personale a domicilio (assistente domiciliare, operatore sociale per assistenza di vario genere a domicilio)
5.4.1.0 Professioni qualificate nei servizi sanitari.

Torna su



Chiudi finestra
Stampa questa pagina